LUIGI IORIO STUDIO  via Magnapassi, 28 - 48022 Lugo (RA)  Italy  - Mobile: +39 333 7148 652 - Email: iorio_luigi@libero.it
Bianco   è   uno   studio   sulla   percezione   dello   spazio   e del    luogo    reimaginando    quello    esistente.    E’    una sorta      di      rappresentazione      della      costruzione dell’immagine,    prima    che    la    stessa    sia    definitiva. L’idea    è    nata    confrontandomi    con    altri    artisti,    in particolare   scrittori   e   pittori,   anche   il   fotografo   come i   suoi   colleghi   artisti   parte   da   un   rettangolo   bianco, che   è   la   pagina   per   lo   scrittore   o   la   tela   per   il   pittore. Il   rettangolo   della   macchina   fotografica   è   uguale, all’inizio   bianco   di   pura   luce   e   con   le   manipolazioni del     fotografo     si     arriva     all’immagine,     il     bianco diminuisce.    L’immagine    è    come    la    scrittura    e    il dipinto,   con   la   fotografia   però   è   interessante   vedere la     fase     intermedia     tra     il     bianco     e     l’immagine definitiva.       
BIANCO
l’inizio dell’immagine
Bianco   is   a   study   on   the   perception   of   space   and   place reimagining   the   existing   one.   It   is   a   sort   of   representation of   the   construction   of   the   image,   before   it   is   final.   The   idea was   born   comparing   myself   with   other   artists,   especially writers   and   painters,   even   the   photographer   as   his   fellow artists   starts   from   a   white   rectangle,   which   is   the   page   for the   writer   or   the   canvas   for   the   painter.   The   rectangle   of the   camera   is   the   same,   at   the   beginning   white   with   pure light   and   with   the   manipulations   of   the   photographer   we arrive   at   the   image,   the   white   diminishes.   The   image   is   like writing   and   painting,   but   with   photography   it   is   interesting to   see   the   intermediate   phase   between   white   and   the   final image.
LUIGI IORIO STUDIO  via Magnapassi, 28 - 48022 Lugo (RA)  Italy  - Mobile: +39 333 7148 652 - Email: iorio_luigi@libero.it
Bianco   è   uno   studio   sulla   percezione   dello   spazio   e   del   luogo   reimaginando   quello   esistente.   E’   una sorta   di   rappresentazione   della   costruzione   dell’immagine,   prima   che   la   stessa   sia   definitiva.   L’idea   è nata   confrontandomi   con   altri   artisti,   in   particolare   scrittori   e   pittori,   anche   il   fotografo   come   i   suoi colleghi   artisti   parte   da   un   rettangolo   bianco,   che   è   la   pagina   per   lo   scrittore   o   la   tela   per   il   pittore.   Il rettangolo   della   macchina   fotografica   è   uguale,   all’inizio   bianco   di   pura   luce   e   con   le   manipolazioni del   fotografo   si   arriva   all’immagine,   il   bianco   diminuisce.   L’immagine   è   come   la   scrittura   e   il   dipinto, con la fotografia però è interessante vedere la fase intermedia tra il bianco e l’immagine definitiva.        
Bianco   is   a   study   on   the   perception   of   space   and   place   reimagining   the   existing   one.   It   is   a   sort   of representation   of   the   construction   of   the   image,   before   it   is   final.   The   idea   was   born   comparing myself   with   other   artists,   especially   writers   and   painters,   even   the   photographer   as   his   fellow   artists starts   from   a   white   rectangle,   which   is   the   page   for   the   writer   or   the   canvas   for   the   painter.   The rectangle    of    the    camera    is    the    same,    at    the    beginning    white    with    pure    light    and    with    the manipulations   of   the   photographer   we   arrive   at   the   image,   the   white   diminishes.   The   image   is   like writing   and   painting,   but   with   photography   it   is   interesting   to   see   the   intermediate   phase   between white and the final image.
BIANCO
l’inizio dell’immagine